I Premi di Tenuta Santa Caterina

Come ogni anno, Tenuta Santa Caterina partecipa alle selezioni delle Guide curate dai migliori esperti vitivinicoli italiani. Da poco abbiamo finalmente avuto l’onore di scoprire i risultati dei nostri vini presentati in queste edizioni 2018.

Il nostro Arlandino 2015, Grignolino d’Asti DOC, ha ricevuto 90 punti da Luca Maroni, de L’Annuario dei Migliori Vini Italiani, e 90 punti da Daniele Cernilli, della Guida DoctorWine. Ha inoltre raggiunto il risultato di “Due Cuori” dalla rivista tedesca Merum che ogni anno seleziona e recensisce tutte le migliori denominazioni italiane.

Il Salidoro 2015, Monferrato Bianco DOC, ha raggiunto 90 punti da Luca Maroni, de L’Annuario dei Migliori Vini Italiani mentre il VignaLina 2014, la nostra Barbera d’Asti DOCG Superiore, ha raggiunto 91 punti nella stessa guida. Il Setecàpita 2013, Barbera d’Asti DOCG Superiore, oltre ai 91 de L’Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni, va in finale nelle selezioni del Gambero Rosso ed è in guida con i Due Bicchieri Rossi. Ma è la nostra Freisa d’Asti DOC Superiore, il Sorì di Giul 2013, che quest’anno ci ha stupiti maggiormente regalandoci forti emozioni. Ha infatti raggiunto i massimi punteggi guadagnandosi così 93 punti nella Guida DoctorWine, 94 punti nella Guida di Luca Maroni e la Golden Star nella Guida Vini Buoni d’Italia. Ma il massimo riconoscimento, tanto desiderato quanto indice di ottima qualità, è stato il premio dei 5 Grappoli della Guida Bibenda.

Siamo orgogliosi di condividere con voi questi ottimi risultati che fanno ben sperare per il futuro; risultati in crescita soprattutto per i vitigni autoctoni dei quali si era persa traccia in passato. Parliamo appunto di Freisa e Grignolino, vitigni storici che stanno crescendo annata dopo annata regalando a noi di Tenuta Santa Caterina orgoglio ma anche la forza per continuare a migliorare i nostri vini, anno dopo anno.