La vite piange e inizia una nuova vita

In inverno tutto tace sotto il manto bianco e soffice della neve. Nelle gelide giornate di sole, quando asciuga la terra, in vigna si inizia la potatura. Anche la vite ha bisogno di tagliare i suoi rami secchi prima di ricominciare il suo ciclo vitale. Noi potiamo a Guyot, lasciando otto-dieci gemme sul capo a frutto, dalle quali nasceranno i tralci che guardano il cielo e seguono il sole. L’equilibrio è tutto e l’impostazione della pianta in potatura aiuta a mantenerlo quando nasceranno foglie e frutti. Le giornate si allungano e all’alba cantano già gli uccellini ad annunciare la rinascita della natura. La campagna inizia a colorarsi di verde sovrastando le colline brune invernali. Il taglio è netto e la vite piange. Ma è un pianto di rinascita a nuova vita, sta per iniziare la primavera!