scritta_sori

SORÌ DI GIUL

FREISA D’ASTI D.O.C. SUPERIORE

Sorì nella toponomastica enoica piemontese indica i vigneti meglio esposti al sole, quelli favoriti dal clima. Giul è il diminutivo di Giulia Alleva, che ama definire questo vino “Nebbiolo al femminile”. Una Freisa d’autore, ricca di profumi e di struttura di cui s’era persa memoria. Il vigneto di provenienza è il podere dei Mossetti: nel suolo si evidenziano argille miste a sabbie arenariche abbastanza superficiali e radicamenti capaci di equilibrare lo stato vegetativo e l’arricchimento delle maturazioni fenoliche delle uve.

acquista online

SCHEDA TECNICA SCARICA IL PDF

DENOMINAZIONE: Freisa d’Asti D.O.C. Superiore
UVAGGIO: Freisa
UBICAZIONE VIGNETO: 300 metri s.l.m. con esposizione Sud-Ovest
DENSITA’ PER ETTARO: da 4.500 a 5.000 ceppi/ettaro
SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Guyot
VENDEMMIA: Effettuata a mano, a partire dalla terza settimana di settembre
TEMPERATURA DI FERMENTAZIONE: 18°C circa, a temperatura controllata, il 10% fermenta in barrique di rovere
AFFINAMENTO: In fusti di rovere francese tonneaux per circa 8 mesi e ulteriori 12 mesi in botti grandi di rovere (30 hl)
PRIMA ANNATA SUL MERCATO: 2010
ENOLOGO: Mario Ronco
RICONOSCIMENTI: medaglia-139523152010medaglia-139523152011medaglia-139523152012

Sorì Di Giul

Sorì, in piemontese vuol dire collina solatia. Giul è diminutivo di Giulia. Così nasce il nome di questo Freisa, che rappresenta l’anima femminile della Tenuta e che può essere definite un “Nebbiolo al femminile”.